Gaetano Taverna

STORIA DI CUCINA, AMORE E FOLLIA

book cover

"Storia di cucina, amore e follia” è un libro graffiante, meglio, un’escalation effervescente dove ambientazioni e grovigli aprono le porte a un sottobosco di imprevisti godibili. I due protagonisti, il cuoco Davide Sali e il suo aiuto Jamal si destreggiano in un itinerario di peripezie. Nuovi intrecci, dunque, senza confini fra  immaginazione ed evidenza (dalla Prefazione).

Secondo episodio di un progetto che ha avuto inizio nel 2006 con la pubblicazione del romanzo “Una spia tra i fornelli  – Avventure e ricette di un cuoco italiano”, edito da TracceDiverse, Michele Di Salvo Editore. Un progetto che nasce dall’idea di realizzare due opere in un unico volume, un’opera di narrativa moderna e un’opera di cucina, con tanto di ricette e descrizione delle elaborazioni gastronomiche. Due contributi diversi, ma pur sempre integrabili come solo la cucina e il cibo possono offrire nella vita quotidiana di ciascuno.
Lo chef Davide Sali e il suo amico e aiuto chef, il tuareg Jamal Hawad, già protagonisti nel primo episodio di una spy story ambientata in Arabia Saudita, sono ora alle prese con un’organizzazione politica dai poteri occulti e alla quale partecipano criminali di guerra del conflitto nella ex Jugoslavia.
Una vicenda intricata, dai contorni drammatici e con colpi di scena che mantengono alta la tensione. Un romanzo dove Venezia, con le sue calli, i suoi monumenti, la sua nebbia autunnale, ma soprattutto con i suoi sapori, offre dei ritratti ricchi di immagini nel pieno rispetto della tradizione e dell’autenticità.
Anche nel nuovo romanzo la cucina fa da sfondo alle vicende dei due chef, sia sottoforma di descrizione delle sensazioni di gusto sia sottoforma di ricette citate  durante la narrazione e descritte in appendice all’opera. Sono 25 le ricette presentate, fedeli compagne di un viaggio che raccoglie i sapori di terre lontane, come la Bosnia o le terre dei Tuareg, e di regioni più conosciute, come la Puglia e il Veneto.

Cliccare qui per ordinare il libro su amazon.it
Vai alla nostra Libreria



Dino Buzzati

SCRIVI

aphorism cover

« Scrivi, ti prego. Due righe sole, almeno, anche se l'animo è sconvolto e i nervi non tengono più. Ma ogni giorno. A denti stretti, magari delle cretinate senza senso, ma scrivi. Lo scrivere è una delle più patetiche e ridicole nostre illusioni. Crediamo di fare cosa importante tracciando delle contorte linee nere sopra la carta bianca. Comunque, questo è il tuo mestiere, che non ti sei scelto tu ma ti è venuto dalla sorte, solo questa è la porta da cui, se mai, potrai trovare scampo. Scrivi, scrivi. Alla fine, fra tonnellate di carta da buttare via, una riga si potrà salvare. (Forse.) »

Vai sulla pagina dedicata in Wikipedia
Vai alla nostra raccolta di Aforismi

Letture consigliate

C’è un condominio in città nel quale vivono famiglie di varie provenienze che cucinano le proprie specialità, per ritrovarsi poi tutti insieme a festeggiare intorno a una grande e festosa tavolata in giardino.
Partendo da questo spunto Una festa in via Dei Giardini, edito da Mondadori Electa, raccoglie 15 ricette facili di altrettanti paesi del mondo, con pochi ingredienti, che i bambini potranno preparare con l’aiuto di un adulto.
I piccoli cuochi scopriranno così i diversi gusti e costumi gastronomici del mondo: dalla torta alla mugnaia al guacamole, dal dahl al latte di cocco alla quiche, dalle polpette al riso verde.
Le ricette sono rese ancora più gustose dalle belle illustrazioni di Felicita Sala, che trasmette ai piccoli un messaggio importante: siate curiosi, la diversità è una ricchezza!

Felicita Sala è illustratrice autodidatta. Laureatasi in filosofia presso l’University of Western Australia, ha lavorato a numerosi progetti di animazione insieme al marito Gianluca Maruotti. La sua vera passione è però legata ai libri illustrati, con i quali ha vinto numerosi premi internazionali. Vive a Roma con il marito Gianluca e la loro figlia Nina.





Consigli utili da CuciNet.Com

Uno dei primi piatti più famosi della cucina toscana e non solo. Se proprio vogliamo essere puntigliosi, ogni regione italiana può vantare una propria tradizione di preparazioni a base di carne di cinghiale. In particolare nelle regioni centrali, l'abbinamento pappardelle / cinghiale è piuttosto diffuso. Qui presento una ricetta da me elaborata che si ispira alla tradizione toscana che vuole che la polpa di cinghiale non venga macinata, ma preparata con il coltello. Rispetto alla ricetta originale, non utilizzando nella cottura la marinatura, il risultato è un gusto più delicato. Buona Degustazione !

 



continua...

Contenuti in evidenza

[Virgilio, Eneide, Libro I 538-543]: "Huc pauci vestris adnavimus oris. Quod genus hoc hominum? Quaeve hunc tam barbara morem permittit patria? Hospitio prohibemur harenae; bella cient primaque vetant consistere terra.
Si genus humanum et mortalia temnitis arma, at sperate deos memores fandi atque nefandi.”

 "In pochi a nuoto arrivammo qui sulle vostre spiagge. Ma che razza di uomini è questa? Quale patria permette un costume così barbaro, che ci nega perfino l’ospitalità della sabbia; che ci dichiara guerra e ci vieta di posarci sulla vicina terra.
Se non nel genere umano e nella fraternità tra le braccia mortali, credete almeno negli dèi, memori del giusto e dell’ingiusto."



La Scrittura Creativa

Roma 28 settembre 2003. La città, come il resto dell’Italia, è vittima di un black-out senza precedenti. Intorno a piazza del Campo de’ Fiori decine di personaggi vivono il proprio buio, mentre sullo sfondo di ognuna delle loro vicende, aleggia l’assenza di una donna elegante e solitaria, che tutti hanno visto, ma nessuno conosce veramente. Che fine ha fatto la Contessa del Campo de’ Fiori?
Un progetto letterario a cui ho partecipato volentieri insieme ad altri amici autori e che Edizione Il Vento Antico
ha curato e pubblicato la seconda edizione. Dal 5 dicembre su Amazon e nelle migliori librerie online.





Consigli utili da CuciNet.Com

Il Pollo al Curry è un classico della cucina indiana, conosciuto anche come Chicken Tikka Masala. Il curry è un mix di spezie tra cui il cumino, la cannella, la curcuma, il coriandolo, i chiodi di garofano, lo zenzero e la noce moscata, ed è facilmente reperibile nei supermercati. Alla ricetta classica ho aggiunto la mela verde e il pistacchio donando quella freschezza e "croccantezza" sempre apprezzabile.
Il riso che accompagna la pietanza non deve essere banalmente lessato, ma preparato come un risotto, con la tostatura e la lenta cottura aggiungendo poco per volta del brodo vegetale o del brodo di pollo.
Si tratta di un piatto unico che soddisfa il gusto e la vista.
Come abbinamento, il mio amico Stefano, più esperto di me in fatto di vini, consiglia un Traminer Aromatico perché permette di esaltare i diversi sapori del piatto.
Buona Degustazione!



continua...

Consigli utili da CuciNet.Com

La Fregola, o Fregula, è una pasta secca tipica sarda, a base di semola grossa di grano duro. La forma è sferica, molto simile al cous cous, ma più grossolana e irregolare. Di origini antichissime è originaria della zona del Campidano, la vasta pianura della Sardegna, situata nella porzione sud-occidentale dell'Isola, tra le province di Cagliari e Oristano. Tradizionalmente la Fregola si usa per le minestre di brodo di carne o di pesce, oppure cucinata con i frutti di mare o le lumache. O anche preparata con il pecorino, diventando così la Fregula Incasada.



continua...

La Cucina

Il carciofo (Cynara scolymus) è uno di quegli alimenti che hanno sempre accompagnato la nostra alimentazione e le nostre tradizioni gastronomiche. Il carciofo  è stato considerato, fin dai tempi antichi, una pianta di origine divina: basti pensare che la mitologia attribuisce a Giove la creazione del carciofo. Il capostipite degli dei ellenici, infatti, si era innamorato di una fanciulla dai capelli color cenere di nome Cynara cui donò l'immortalità trasformandola in pianta.

leggi tutto



La Scrittura Creativa

Nello scrivere un romanzo, o un racconto, ogni autore imposta il suo progetto di scrittura creativa in base alla propria esperienza, cultura, prassi, fonti, coinvolgendo quello che io chiamo il patrimonio dell'autore, un patrimonio che parte di certo dalla creatività (ispirazione, fantasia), passa per la volontà o entusiasmo di portare avanti il proprio progetto, e si finalizza nella ideazione della trama, elemento fondamentale e prezioso per la stesura del romanzo.



continua...

Parliamo di Vino

Vi è mai capitato di bere un buon bicchiere di vino e soffermarvi con la mente alla storia di questa delizia, come sia nata e come, da sempre, sia stata presente nella storia dell'umanità? La storia del vino è un po' la storia stessa dell'uomo. Risulta quindi difficile tracciarne con precisione il corso: ogni civiltà, ogni impero, ogni vicenda politica e di potere ha avuto le proprie storie di vino, più o meno legate agli eventi stessi che hanno delineato il corso della storia.

Storia del Vinoleggi tutto



Seguimi su

I miei Tweets

Scautismo

On-line

Abbiamo
14 ospiti e 0 utenti online

Sei un utente non riconosciuto. Puoi effettuare il login qui.


 

Scambio Banner

Amici di Cucinet